Autoimprenditorialità: pubblicate le regole per i nuovi finanziamenti a tasso zero

/Autoimprenditorialità: pubblicate le regole per i nuovi finanziamenti a tasso zero

Autoimprenditorialità: pubblicate le regole per i nuovi finanziamenti a tasso zero

 

Il nuovo regolamento che stabilisce criteri e modalità di concessione delle agevolazioni a valere sull’articolo 24, Titolo I del Decreto  legislativo 21 aprile 2000, n. 185, ovvero la misura finalizzata a sostenere Nuova Imprenditorialità, in tutto il territorio nazionale,  attraverso  la creazione di Pmi competitive, a prevalente o totale partecipazione giovanile o femminile, e a sostenerne lo sviluppo attraverso migliori condizioni per l’accesso al credito, è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale ieri.

Potranno beneficiare della misura agevolativa le imprese:

  • costituite in forma societaria, incluse anche le società cooperative;
  • la cui compagine societaria è composta, per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione, da soggetti di età compresa tra i 18 e i 35 anni, ovvero da donne;
  • costituite da non più di 12 mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione;
  • di micro e piccola dimensione, secondo la classificazione contenuta nel regolamento GBER nonché nel decreto del Ministro delle Attività Produttive 18 aprile 2005.

Sono  ammissibili alle agevolazioni le spese  necessarie  alle  finalità del programma di investimento  sostenute dall’impresa a partire dalla data di presentazione della domanda, ovvero dalla data di  costituzione della società nel caso in cui la domanda sia presentata da persone fisiche.

Le spese ammissibili alle agevolazioni (di importo massimo pari a 1,5 milioni di euro) sono quelle relative all’acquisto di beni materiali e immateriali e servizi rientranti nelle seguenti categorie:

  • Suolo aziendale;
  • Fabbricati, opere edili / murarie, comprese le ristrutturazioni;
  • Macchinari, impianti ed attrezzature varie nuovi di fabbrica;
  • Programmi informatici e servizi per l’Information and Communication Technologies (ICT);
  • Brevetti, licenze e marchi;
  • Formazione specialistica dei soci e dei dipendenti del soggetto beneficiario, funzionali alla realizzazione del progetto;
  • Consulenze specialistiche.

L’autoimprenditorialità, prevede la concessione di un finanziamento agevolato, a TASSO ZERO, della durata massima di 8 anni e di importo non superiore al 75% della spesa ammissibile.

Il finanziamento dovrà essere restituito (senza  interessi) dall’impresa beneficiaria secondo un piano di ammortamento a rate semestrali costanti posticipate  scadenti  il  31 maggio e il 30 novembre di ogni anno, a decorrere dalla  prima  delle suddette date, successiva a quella di erogazione dell’ultima quota a saldo del finanziamento concesso.

L’ultimo step spetta al Ministero dello Sviluppo Economico, che attraverso il regolamento attuativo stabilirà l’apertura dei termini e le modalità per la presentazione delle domande di agevolazione.

07/09/2015

 

By | 2015-09-07T15:45:06+01:00 Settembre 7th, 2015|Incentivi, Incentivi Italia, News|

About the Author:

Keyone Consulting è il partner ideale per assistere lo sviluppo della tua idea di impresa e guidarti nell’accesso ai contributi pubblici per la realizzazione di nuovi investimenti produttivi (acquisto di nuovi impianti, macchinari, attrezzature), progetti di ricerca e innovazione tecnologica (innovazione di prodotto e di processo)