Campania – Sportello Innovazione a sostegno di PMI e Organismi di ricerca

/Campania – Sportello Innovazione a sostegno di PMI e Organismi di ricerca

Campania – Sportello Innovazione a sostegno di PMI e Organismi di ricerca

 

La Regione Campania ha pubblicato il bando “Sportello Innovazione”ovvero un sistema di azioni per dare sostegno finanziario a progetti

di ricerca, innovazione e sviluppo tecnologico e a iniziative di investimento produttivo di prima industrializzazione finalizzate all’ innovazione.

L’intervento, rivolto a Pmi e Organismi di ricerca, prevede tre modalità di realizzazione:
– Progetti “Cultural and Creative Lab”;
– Progetti “Campania Start-Up”;
– Progetti di trasferimento tecnologico cooperativi e di prima industrializzazione per le imprese innovative ad alto potenziale.

I soggetti beneficiari delle agevolazioni devono realizzare le attività progettuali previste presso un’unità locale ubicata nel territorio

della Regione Campania.

Nell’ambito delle modalità di realizzazione dei progetti, sono finanziate 4 linee d’azione:
Progetti “Cultural and Creative Lab”
Azione 1 – “Potenziamento delle reti dedicate al trasferimento negli ambiti
non tecnologici”: prevede sostegno, a livello locale, dei processi di
integrazione tra sistema della ricerca e sistema produttivo per
implementare progetti “culture based” innovativi e trasferibili e per
sviluppare network di eccellenza produttiva in uno o più ambiti culturali
specifici. L’azione è rivolta ai partenariati, costituiti o costituendi nella
forma di associazione temporanea di scopo, consorzio, società consortile
o rete di impresa, tra almeno una Pmi e almeno un organismo di ricerca.
Progetti “Campania Start-Up”
Azione 2 – “Creatività ed imprenditorialità”: per la promozione, sull’ intero
territorio regionale, di start-up innovative a elevato contenuto di
conoscenza, basate sulla valorizzazione economica dei risultati della
ricerca e/o sullo sviluppo di prodotti e servizi basati su nuove tecnologie.
L’azione è realizzata attraverso progetti “Campania Start-Up” ed è rivolta
alle Pmi costituite da non più di sei mesi, costituite in forma societaria e in
cui la compagine sociale sia composta, in maggioranza assoluta numerica
e di partecipazione, da persone altamente qualificate.
Progetti di trasferimento tecnologico cooperativi e di prima
industrializzazione per le imprese innovative ad alto potenziale
Azione 3 – “Innovazione per le imprese ad alto potenziale”: per
incentivare gli investimenti delle Pmi campane con elevato potenziale
innovativo per l’innalzamento della qualità della produzione di beni e
servizi attraverso processi di specializzazione produttiva basati
sull’applicazione di nuove conoscenze, ingegnerizzazione di nuovi
prodotti e/o processi. L’azione è rivolta a partenariati, costituiti o
costituendi nella forma di ATS, consorzio, società consortile o rete di
impresa, tra una o più Pmi e almeno un organismo di ricerca.

Azione 4 – “Progetti di innovazione derivata delle Pmi innovative”: per dare
sostegno delle Pmi innovative, già operative sul territorio regionale,
attraverso processi di trasferimento tecnologico cooperativi e strutturati e
di prima industrializzazione, che risultano strategici per lo sviluppo del
sistema dell’innovazione regionale e la competitività, anche a livello
internazionale. Anche in questo caso, l’azione è rivolta a partenariati,
costituiti o costituendi nella forma di ATS, consorzio, società consortile o
rete di impresa, tra una o più Pmi e almeno un organismo di ricerca.
Ai fini dell’ammissibilità alle agevolazioni i Progetti “Cultural and Creative Lab” e “Campania Start-Up” devono avere un costo complessivo non
superiore a 1.500.000 euro e non inferiori a 350.000 euro. In relazione alla tipologia di attività a cui essi si riferiscono e della dimensione di impresa,

i massimali di intensità di aiuto possono variare da un minimo del 35% ad un massimo dell’80% delle spese ammesse.

Progetti di trasferimento tecnologico e di prima industrializzazione sono finanziabili i progetti aventi un costo complessivo non superiore a
1.200.000 euro e non inferiori a 500.000 euro, ed una durata non superiore ai 12 mesi dalla data di presentazione del progetto.
A sostegno dei progetti sono concesse agevolazioni nella forma di contributi a fondo perduto fino al 70% delle spese sostenute dalla imprese
e sotto forma di voucher per finanziare fino al 75% delle spese sostenute per le azioni “connesse”, quali studi di fattibilità tecnica, riconoscimento di
brevetti e di altri diritti di proprietà industriale, personale altamente, consulenza in materia di innovazione.
Le proposte possono essere presentate tramite sportello telematico, che sarà attivato a partire da:

a) le ore 9:00 22 maggio 2014, per le domande relative ai “Progetti Campania Start-Up”;
b) le ore 9:00 del 26 maggio 2014, per le domande relative ai “Progetti Cultural and Creative Lab;
c) le ore 9:00 del 3 giugno 2014 – per le domande relative a “Progetti di trasferimento tecnologico 

cooperativi e di prima industrializzazione per le imprese ad alto potenziale”.

Sarà possibile registrare la propria utenza sulla piattaforma telematica per la presentazione delle domande a partire dal 28 aprile 2014.

By | 2014-04-23T22:09:26+01:00 Aprile 23rd, 2014|Incentivi Italia, Start Up e imprese giovani|

About the Author:

Keyone Consulting è il partner ideale per assistere lo sviluppo della tua idea di impresa e guidarti nell’accesso ai contributi pubblici per la realizzazione di nuovi investimenti produttivi (acquisto di nuovi impianti, macchinari, attrezzature), progetti di ricerca e innovazione tecnologica (innovazione di prodotto e di processo)