La regione Campania con Delibera della Giunta n. 244 del 08/06/2021 ha stanziato € 15 milioni a valere sulle risorse del POR FESR 2014-2020, con l’obiettivo di sostenere alle MPMI turistiche della Campania colpite dalla crisi generata dal COVID 19.

La misura

La misura è finalizzata al riposizionamento strategico del sistema turistico campano attraverso interventi volti a migliorare la digitalizzazione, l’innovazione di prodotto e di processo delle strutture ricettive e degli operatori dell’intermediazione turistica regionale. Nello specifico, la misura intende:

  • migliorare il livello dei servizi delle strutture turistiche, con particolare riferimento ai temi della sostenibilità e della riduzione delle barriere architettoniche;
  • favorire forme di aggregazione tra microstrutture a valenza territoriale;
  • incentivare la promozione collettiva di marchi territoriali in relazione ai sistemi territoriali di riferimento.

Beneficiari

I soggetti beneficiari dell’agevolazione sono le Micro, le Piccole e le Medie imprese (MPMI) turistiche che gestiscono esercizi ricettivi, singole o aggregate, con servizi già operativi alla data di pubblicazione della deliberazione, e le Micro, le Piccole e le Medie imprese (MPMI) che operano nell’intermediazione turistica.

Interventi ammissibili

Le tipologie di intervento per essere ritenute ammissibili dovranno riguardare:

  • Digitalizzazione, innovazione di processo e di prodotto
  • Promozione e comunicazione
  • Misure anti Covid

Beneficio

Il beneficio consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto nella misura del 60% dell’investimento, ai sensi del regolamento de minimis, e fino ad un massimo di 200mila euro.

Modalità d’accesso

La procedura di selezione delle Domande di agevolazione è di tipo valutativa a sportello secondo
quanto stabilito dall’articolo 5 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 123 e successive modificazioni
e integrazioni: l’istruttoria segue l’ordine cronologico di presentazione delle domande.

Per ulteriori istruzioni sulle modalità d’accesso e comunicazione si attende la pubblicazione del bando ufficiale.