Imprese a tasso zero: domande dal 13 Gennaio 2016

/Imprese a tasso zero: domande dal 13 Gennaio 2016

Imprese a tasso zero: domande dal 13 Gennaio 2016

 

E’ stata pubblicata dal ministero dello Sviluppo Economico circolare direttoriale 9 ottobre 2015 n. 75445 inerente termini e modalità di presentazione delle domande di partecipazione a valere sulla misura Autoimprenditorialità: Imprese a tasso zero, la quale stabilisce come termine iniziale di presentazione delle domande il 13 Gennaio 2016.

zero per cento

La misura prevede la procedura a sportello, ovvero le domande verranno valutate in base all’ordine cronologico di arrivo e fino a completamento della dotazione finanziaria disponibile di 50 milioni di euro.

Utile per l’apertura di nuove attività in diversi settori merceologici, questa  questa nuova iniziativa del Ministero dello Sviluppo Economico rappresenterà lo strumento più importante tra gli incentivi alle imprese dei prossimi anni  e  consentirà la nascita di numerose piccole imprese giovanili e femminili.

Beneficiari: Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese di micro e piccola dimensione in possesso del requisito della prevalente partecipazione da parte di giovani tra i 18 e i 35 anni o di donne, costituite in forma societaria da non più di 12  mesi dalla data di presentazione della domanda. E’ prevista la possibilità di presentazione della domanda di agevolazione anche da parte di persone fisiche non ancora costituite in forma societaria, fermo restando l’onere per le stesse di costituzione entro quarantacinque giorni dalla data di comunicazione del positivo esito delle verifiche;

Iniziative ammissibili: al prestito a tasso agevolato sono ammissibili le iniziative attivabili su tutto il territorio nazionale e promosse nei principali settori dell’economia quali:

  • produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato, della trasformazione dei prodotti agricoli;
  • fornitura di servizi alle imprese e alle persone;
  • commercio di beni e servizi;
  • turismo.

Saranno considerati con particolare rilevanza settori riguardanti le attività turistico-culturali e dell’innovazione sociale.

Spese ammissibili: Le agevolazioni prevedono, in regime de minimis, un finanziamento agevolato a tasso zero, della durata massima di 8 anni, a copertura di non più del 75% delle spese; quindi le imprese devono garantire la restante quota di copertura finanziaria. I programmi d’investimento devono prevedere spese non superiori a 1,5 milioni di euro.

Le domande di agevolazione potranno essere presentate esclusivamente attraverso la piattaforma informatica gestita dal soggetto gestore, il quale provvederà a pubblicare schemi e modalità di compilazione con congruo anticipo rispetto alla data di apertura dello sportello.

13/10/2015

 

By | 2015-10-13T15:48:16+02:00 Ottobre 13th, 2015|Incentivi, Incentivi Italia, News, Start Up e imprese giovani|

About the Author:

Keyone Consulting è il partner ideale per assistere lo sviluppo della tua idea di impresa e guidarti nell’accesso ai contributi pubblici per la realizzazione di nuovi investimenti produttivi (acquisto di nuovi impianti, macchinari, attrezzature), progetti di ricerca e innovazione tecnologica (innovazione di prodotto e di processo)