INCENTIVI PER L’AUTOTRASPORTO

/INCENTIVI PER L’AUTOTRASPORTO

INCENTIVI PER L’AUTOTRASPORTO

INCENTIVI PER L’AUTOTRASPORTO

Possono richiedere gli incentivi per l’autotrasporto le imprese che trasportano cose per conto terzi, nonché le strutture societarie, risultanti dall’aggregazione di dette imprese, iscritte al Registro elettronico nazionale (R.E.N.) ovvero, relativamente alle imprese che esercitano con veicoli di massa complessiva fino a 1,5 tonnellate iscritte all’Albo nazionale delle imprese che esercitano l’attività di autotrasporto.

L’importo massimo ammissibile per singola impresa non può superare i 750.000,00 euro.
Qualora l’importo superi tale limite viene ridotto fino al raggiungimento della soglia ammessa.
Saranno ritenuti ammissibili gli investimenti ultimati entro il 15 aprile 2019.

INTERVENTI AMMISSIBILI E SPESE AGEVOLABILI

Gli incentivi per l’autotrasporto permettono acquisto di attrezzature, impianti, macchinari, mezzi di trasporto.

Sono concessi contributi a fondo perduto alle imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi, al fine di incentivare il rinnovo e l’adeguamento tecnologico del parco veicolare e per l’acquisizione di beni strumentali per il trasporto intermodale.

Gli incentivi per l’autotrasporto per il 2018, pari a circa 33’600’000,00 euro, verranno allocati come segue, a seconda della tipologia di investimento:

• 9,6 milioni di euro per acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di autoveicoli, nuovi di fabbrica, adibiti al trasporto di merci di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3,5 tonnellate a trazione alternativa a metano CNG, gas naturale liquefatto LNG, ibrida (diesel/elettrico) e elettrica (Full Electric) nonché per l’acquisizione di dispositivi idonei ad operare la riconversione di autoveicoli per il trasporto merci a motorizzazione termica in veicoli a trazione elettrica, ai sensi dell’art. 36 del regolamento (CE) n. 651/2014 della Commissione del 17 giugno 2014;

• 9 milioni di euro per radiazione per rottamazione di veicoli pesanti di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 11,5 tonnellate, con contestuale acquisizione di veicoli nuovi di fabbrica conformi alla normativa euro VI di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 11,5 tonnellate, ai sensi di quanto previsto dall’art. 10, commi 2 e 3, del regolamento (CE) n. 595/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio del 18 giugno 2009;

• 14 milioni di euro per acquisizione anche mediante locazione finanziaria, di rimorchi e semirimorchi, nuovi di fabbrica, per il trasporto combinato ferroviario rispondenti alla normativa UIC 596-5 e per il trasporto combinato marittimo dotati di ganci nave rispondenti alla normativa IMO, dotati di dispositivi innovativi volti a conseguire maggiori standard di sicurezza e di efficienza energetica nonché per l’acquisizione di rimorchi e semirimorchi o equipaggiamenti per autoveicoli specifici superiori a 7 tonnellate allestiti per trasporti in regime ATP, rispondenti a criteri avanzati di risparmio energetico e rispetto ambientale, ai sensi di quanto previsto dagli articoli 17 e 36 del regolamento (CE) n. 651/2014 della Commissione del 17 giugno 2014;

• 1 milione di euro per l’acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di casse mobili e rimorchi o semirimorchi porta casse cosi’ da facilitare l’utilizzazione di differenti modalità di trasporto in combinazione fra loro senza alcuna rottura di carico, ai sensi di quanto previsto dall’art. 36 del regolamento (CE) n. 651/2014 della Commissione del 17 giugno 2014.

L’importo massimo ammissibile per gli incentivi per l’autotrasporto per singola impresa non può superare 750.000 euro. Qualora l’importo superi tale limite viene ridotto fino al raggiungimento della soglia ammessa. Saranno ritenuti ammissibili gli investimenti ultimati entro il 15 aprile 2019.

Incentivi per l’autotrasporto

DEFINIZIONE SPESE AMMISSIBILI AUTOVEICOLI, NUOVI DI FABBRICA

Automezzi industriali pesanti nuovi di fabbrica a trazione alternativa a metano CNG, ibrida (diesel/elettrico) e elettrica (full electric) di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3,5 tonnellate e fino a 7 tonnellate, veicoli a trazione elettrica superiori a 7 tonnellate. Il contributo e’ determinato in 4.000 euro per ogni veicolo CNG e a motorizzazione ibrida e in 10.000 euro per ogni veicolo elettrico di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3,5 tonnellate fino a 7 tonnellate ed in 20.000 euro per ogni veicolo elettrico superiore a 7 tonnellate;

• Automezzi industriali pesanti nuovi di fabbrica a trazione alternativa ibrida (diesel/elettrico), a metano CNG e gas naturale liquefatto LNG di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 7 tonnellate. Il contributo e’ determinato in 8.000 euro per ogni veicolo a trazione alternativa ibrida (diesel/elettrico) e a metano CNG di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 7 tonnellate fino a 16 tonnellate, ed in euro 20.000 per ogni veicolo a trazione alternativa a gas naturale liquefatto LNG ovvero a motorizzazione ibrida (diesel/elettrico) di massa pari o superiore a 16 tonnellate;

• Acquisizione di dispositivi idonei ad operare la riconversione di autoveicoli di massa complessiva pari a 3,5 tonnellate per il trasporto merci come veicoli elettrici. Il contributo e’ determinato in misura pari al 40% dei costi ammissibili, comprensivi del dispositivo e dell’allestimento con un tetto massimo pari a 1.000 euro.

RADIAZIONE PER ROTTAMAZIONE DI VEICOLI PESANTI

Gli incentivi per l’autotrasporto permettono la Radiazione per rottamazione di automezzi di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 11,5 tonnellate, con contestuale acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di automezzi industriali pesanti nuovi di fabbrica, adibiti al trasporto merci di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 11,5 tonnellate, conformi alla normativa anti inquinamento euro VI. Il contributo è determinato avuto riguardo al sovra costo necessario per la acquisizione di un veicolo che soddisfi i limiti di emissione euro VI in sostituzione del veicolo radiato:

  • 5.000 euro per ogni veicolo euro VI di massa complessiva a pieno carico da 11,5 tonnellate a 16 tonnellate;
  • 10.000 euro per ogni veicolo euro VI di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 16 tonnellate.

ACQUISIZIONE ANCHE MEDIANTE LOCAZIONE FINANZIARIA, DI RIMORCHI E SEMIRIMORCHI, NUOVI DI FABBRICA, PER IL TRASPORTO COMBINATO

1 – Acquisizioni, anche mediante locazione finanziaria, di rimorchi e semirimorchi, nuovi di fabbrica, per il trasporto combinato ferroviario rispondenti alla normativa UIC 596-5 e per il trasporto combinato marittimo dotati di ganci nave rispondenti alla normativa IMO, dotati di almeno uno dei seguenti dispositivi innovativi:

  • Spoiler laterali (ammesse dal Reg. UE N.1230/2012, masse e dimensioni);
    Appendici aerodinamiche posteriori;
  • Dispositivi elettronici gestititi da centraline EBS (Electronic Braking System) per la distribuzione del carico sugli assali in caso di carchi parziali o non uniformemente distribuiti;Tyre Pressure Monitoring System (TPMS), oppure Tyre Pressure and Temperature Monitoring System (TPTMS), oppure Tyre Pressure and Automatic Inflating Monitoring System;
  • Sistema elettronico di ottimizzazione del consumo di aria dell’impianto pneumatico abbinato al sistema di ausilio in sterzata determinando un minor lavoro del compressore del veicolo trainante con riduzione dei consumi di carburante;
  • Telematica indipendente collegata all’EBS (Electronic Braking System) in grado di valutare l’efficienza di utilizzo di rimorchi e semirimorchi (tkm) e/o geolocalizzarli per ottimizzare le percorrenze e ridurre il consumo di carburante;
  • Dispositivi elettronici gestititi da centraline EBS (Electronic Braking System) per ausilio in sterzata;
    Sistema elettronico di controllo dell’usura delle pastiglie freno;
  • Sistema elettronico di controllo dell’altezza del tetto veicolo, oppure Sistema elettronico automatico gestito da centraline EBS (Electronic Braking System ) che ad una data velocità abbassa l’assetto di marcia del rimorchio e migliora il coefficiente di penetrazione aerodinamica del veicolo o del complesso veicolare;
  • Dispositivo elettronico gestito da centraline EBS (Electronic Braking System) per il monitoraggio dell’inclinazione laterale del rimorchio o semirimorchio ribaltabile durante le fasi di scarico e del relativo superamento dei valori limite di sicurezza.

2 – Rimorchi, semirimorchi o equipaggiamenti per autoveicoli specifici superiori alle 7 tonnellate allestiti per il trasporto da effettuarsi conformemente agli accordi sui trasporti nazionali e internazionali delle derrate deteriorabili (ATP)

  • mono o multi temperatura purché le unita’ frigorifere/calorifere siano alimentate da motore conforme alla fase V (STAGE V) del regolamento UE n. 2016/1628 o da unita’ criogeniche autonome non collegate al motore del veicolo trainante oppure da unita’ elettriche funzionanti con alternatore collegato al motore del veicolo trainante. Tutte le unita’ precedentemente indicate dovranno essere dotate di gas refrigeranti con un GWP inferiore a 2.500;

3 – sostituzione, nei rimorchi, semirimorchi o autoveicoli specifici superiori alle 7 tonnellate allestiti per il trasporto da effettuarsi conformemente agli accordi sui trasporti nazionali e internazionali delle derrate deteriorabili (ATP)

  • mono o multi temperatura, delle unita’ frigorifere/calorifere installate, ove non rispondenti agli standard ambientali di cui al punto precedente, con unita’ frigorifere/calorifere alimentate da motore conforme alla fase V (STAGE V) del regolamento UE n. 2016/1628 o da unita’ criogeniche autonome non collegate al motore del veicolo trainante oppure da unita’ elettriche funzionanti con alternatore collegato al motore del veicolo trainante. Tali unita’ dovranno essere funzionanti esclusivamente con gas refrigeranti con un GWP inferiore a 2.500.

ACQUISIZIONE, ANCHE MEDIANTE LOCAZIONE FINANZIARIA, DI CASSE MOBILI E RIMORCHI O SEMIRIMORCHI PORTA CASSE

Acquisizioni, effettuate anche mediante locazione finanziaria, di gruppi di 8 casse mobili e 1 rimorchio o semirimorchio porta casse. Il contributo viene determinato, tenuto conto dei costi aggiuntivi rispetto all’acquisto di veicoli equivalenti stradali, in 8.500 euro per l’acquisto di ciascun insieme di 8 casse e 1 rimorchio o semirimorchio.

TIPO DI CONTRIBUTO: Contributo a fondo perduto

FONTE: Gazzetta Ufficiale della Repubblica

Contattaci per maggiori informazioni
By | 2018-07-18T15:59:52+00:00 luglio 18th, 2018|Finanza Agevolata, Incentivi, Incentivi Italia|

About the Author:

Keyone Consulting è il partner ideale per assistere lo sviluppo della tua idea di impresa e guidarti nell’accesso ai contributi pubblici per la realizzazione di nuovi investimenti produttivi (acquisto di nuovi impianti, macchinari, attrezzature), progetti di ricerca e innovazione tecnologica (innovazione di prodotto e di processo)