La camera di Commercio di Napoli ha pubblicato il bando per l’ammodernamento macchine e attrezzature 2021.
L’intento è quello di sostenere ed incentivare la competitività delle micro, piccole e medie imprese (MPMI) della provincia di Napoli, stimolandole a realizzare progetti di ammodernamento.
  • La somma stanziata per l’iniziativa ammonta all’importo complessivo di € 7.000.000,00 (SETTEMILIONI/00) per favorire gli investimenti.
  • Sono ritenuti ammissibili gli investimenti avviati dal 1° gennaio 2021 al 31/12/2021.
  • Tutte le iniziative proposte dovranno concludersi al 31/12/2021.
  • Le istanze di ammissione al contributo devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica attraverso lo sportello on-line “Contributi alle imprese” all’interno del sistema WebTelemaco di Infocamere, a partire dalle ore 08,00 del 25/06/2021 fino alle ore 20,00 del 26/07/2021.

PROGETTI AMMISSIBILI

Sono ammissibili gli investimenti avviati dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2021, finalizzati all’introduzione di innovazioni di processo attraverso l’acquisto di macchinari, strumenti, beni, attrezzature, arredi che consentano la riduzione dei consumi e dei costi o un chiaro efficientamento di processo. Tra questi sono ricompresi gli investimenti nella economia circolare.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono beneficiare del contributo le microimprese, le piccole imprese e le medie imprese, che posseggano, alla data di presentazione della domanda, i seguenti requisiti:

  • abbiano sede o unità locale, cui è riferita l’attività oggetto del contributo, iscritta al Registro Imprese/REA della Camera di Commercio di Napoli, attiva ed in regola con il versamento dei diritti camerali;
  • esercitino, in relazione alla sede per la quale si presenta la domanda di contributo, una attività economica identificata come prevalente rientrante in uno dei settori ammessi dal Regolamento de minimis;
  • non siano –  oggetto di procedura concorsuale per insolvenza, classificabili come “imprese in difficoltà”, in stato di liquidazione volontaria;
  • abbiano legali rappresentanti, amministratori, soci e/o altri soggetti tra quelli elencati nell’art. 85 del D.Lgs. n. 159/2011 e s.m.i., per i quali non sussistono cause di divieto, di decadenza, di sospensione previste dall’art. 67 D.Lgs. n. 159/2011 e s.m.i.non abbiano in corso contratti di fornitura di beni servizi, anche a ti tolo gratuito, con la Camera di Commercio di Napoli
  • nei cinque anni antecedenti alla presentazione della domanda, non siano destinatarie di provvedimenti di revoca di agevolazioni pubbliche, ad eccezione di quelle derivanti da rinuncia;
  • non debbano restituire agevolazioni per le quali l’organismo competente abbia disposto la restituzione;
  • non siano beneficiarie di altre agevolazioni pubbliche relative alle stesse iniziative;

SPESE AMMISSIBILI

Tutte le spese ammissibili devono riguardare interventi realizzati nella provincia di Napoli e dovranno essere pertinenti rispetto alle attività di progetto. L’acquisto di macchinari, strumenti, beni , attrezzature ed arredi dovranno essere legati espressamente ed esclusivamente all’attività produttiva svolta dall’azienda.

Tra le spese non ammissibili: spese di formazione e consulenza; progettazione e realizzazione di campagne pubblicitarie; autoveicoli; motocicli; ecc. (per l’elenco completo si rimanda al bando della CCIA di Napoli)

AGEVOLAZIONE

Le agevolazioni per le spese relative ai progetti ammissibili non potranno superare l’intensità massima del 50% delle spese ammesse con i seguenti limiti:

  • Importo minimo dell’investimento ammesso: € 2 .000
  • Importo massimo del contributo concedibile: € 15. 000

Saranno escluse totalmente dall’erogazione del contributo le imprese che realizzino l’investimento in misura inferiore al 50% rispetto a quello ammesso a contributo.