Voucher Digitalizzazione 2018 fino a 10 mila euro per digitalizzazione e informatizzazione delle PMI

/Voucher Digitalizzazione 2018 fino a 10 mila euro per digitalizzazione e informatizzazione delle PMI

Voucher Digitalizzazione 2018 fino a 10 mila euro per digitalizzazione e informatizzazione delle PMI

Possono presentare domanda al MISE per la concessione del Voucher Digitalizzazione le micro, piccole o medie imprese attive in tutti i settori economici, con l’eccezione dei settori esclusi dall’applicazione del Regolamento de minimis.

Le imprese per richiedere il Voucher Digitalizzazione devono, inoltre:

  • avere sede legale e/o unità locale attiva sul territorio nazionale ed essere iscritte al Registro delle imprese della Camera di Commercio territorialmente competente;
  • non essere sottoposte a procedura concorsuale e non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente;
  • non aver ricevuto altri contributi pubblici per le spese oggetto della concessione del Voucher;
  • non trovarsi nella situazione di aver ricevuto e successivamente non rimborsato o depositato in un conto bloccato aiuti sui quali pende un ordine di recupero, a seguito di una precedente decisione della Commissione europea che dichiara l’aiuto illegale e incompatibile con il mercato comune.

INVESTIMENTI
Hardware, Investimenti produttivi immateriali, Software, Consulenze, E-commerce, Banda larga, Connessioni Internet, Ricerca, Sviluppo, Innovazione Tecnologica, ICT, Formazione e/o riqualificazione personale

INTERVENTI AMMISSIBILI E SPESE AGEVOLABILI

Sono incentivabili con il Voucher Digitalizzazione gli investimenti finalizzati alla digitalizzazione dei processi aziendali e all’ammodernamento tecnologico delle PMI:

  • miglioramento dell’efficienza;
  • innovazione organizzativa (tecnologie, flessibilità, telelavoro);
  • soluzioni e-commerce;
  • banda larga e ultralarga;
  • collegamento ad Internet con tecnologia satellitare nelle aree scarsamente coperte da reti terrestri;
  • formazione del personale nel campo ICT.

 

Il Voucher Digitalizzazione finanzia l’acquisto di prodotti informatici (software, hardware o servizi digitali) per l’aggiornamento o a spese sostenute per la modifica dell’impianto esistente allo scopo di renderlo più efficiente, e il potenziamento della connettività digitale di almeno 30 megabit per secondo. In paricolare:

  • acquisto di hardware, software e servizi di consulenza specialistica;
  • acquisto di software specifici per la gestione delle transazioni on-line e per sistemi di sicurezza della connessione di rete;
  • consulenze specialistiche per sviluppo e-commerce;
  • costi di realizzazione di opere infrastrutturali e tecniche (fornitura, posa, attestazione, collaudo dei cavi), installazione di apparati per connettività a banda larga e ultralarga;
  • acquisto e attivazione di decoder e parabole per connessione ad Internet via satellite;
  • partecipazione a corsi ed acquisizione di servizi di formazione qualificata per titolari, legali rappresentanti, amministratori, soci, dipendenti.

TIPO DI CONTRIBUTO
Agevolazioni Fiscali, Contributo a fondo perduto

MODALITÀ EROGAZIONE CONTRIBUTO

L’agevolazione si sostanzia in:

  • Contributo diretto tramite voucher fino a 10.000 euro, a copertura di massimo il 50% delle spese per l’acquisto di prodotti informatici (software, hardware o servizi digitali) per l’aggiornamento o a spese sostenute per la modifica dell’impianto esistente allo scopo di renderlo più efficiente;
  • Detrazione fiscale fino al 65% delle spese sostenute per l’istallazione di un connettività digitale di almeno 30 megabit per secondo.

 

Contattaci gratuitamente per qualsiasi chiarimento.

Contattaci senza impegno
By | 2018-01-15T13:49:49+00:00 gennaio 15th, 2018|Incentivi|

About the Author:

Keyone Consulting è il partner ideale per assistere lo sviluppo della tua idea di impresa e guidarti nell’accesso ai contributi pubblici per la realizzazione di nuovi investimenti produttivi (acquisto di nuovi impianti, macchinari, attrezzature), progetti di ricerca e innovazione tecnologica (innovazione di prodotto e di processo)