Weld Simulator, il progetto premiato da Keyone

/Weld Simulator, il progetto premiato da Keyone

Weld Simulator, il progetto premiato da Keyone

Nell’ambito delle innovazioni tecnologiche, i settori di applicazione sono vari e molteplici. L’industria 4.0, infatti, si sta diffondendo in differenti campi dando il via ad un’evoluzione che abbraccia le tecnologie più disparate. In particolare, i mestieri artigianali e manuali stanno ricevendo una spinta innovativa grazie alle novità introdotte dalla digitalizzazione e dalle nuove tecnologie. Tra questi mestieri troviamo quello del saldatore, professione molto ricercata ma anche tra le meno specializzate. Proprio per portare alla ribalta un mestiere così richiesto, si è pensato di rigenerarlo attraverso un’idea innovativa in grado di trasformare l’approccio a questo lavoro. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Weld, il simulatore virtuale

Il progetto in questione riguarda Weld Simulator, uno strumento formativo rivoluzionario di realtà virtuale immersiva progettato per le scuole con l’obiettivo di formare in tutta sicurezza sulle tecniche di saldatura. Il progetto è stato ideato e portato avanti con successo da Immensive, su richiesta dell’azienda Skills4u. Infatti, la spinta innovativa del programma e della realtà virtuale ha spinto anche Sau ad acquistare da Immensive in qualità di capofila delle rete d’impresa training 4.0.

il sistema Weld Simulator durante gli esercizi rileva con estrema precisione il movimento dell’utente e monitora la sua destrezza manuale durante le varie posizioni di saldatura. Il suo sistema di rilevamento del movimento monitora i parametri di destrezza manuale dell’utente provando tutte le posizioni di saldatura. La sua interfaccia grafica e l’uso di torce di saldatura reali garantiscono un elevato grado di realismo.

Il sistema Weld Simulator, infatti, è dotato di un’interfaccia semplice ed intuitiva. L’istruttore, dopo essersi loggato, può accedere alla schermata di gestione utenti. Qui può aggiungere e rimuovere studenti, analizzare i progressi di ogni allievo e scegliere con quale utente avviare l’esercitazione. Successivamente, una barra dei settaggi consente di personalizzare l’esercizio scegliendone il tipo di saldatura, il tipo di giunto e il grado di difficoltà.

Weld simulator consente, dunque, di effettuare formazione in modo efficace, veloce, economico e sicuro consentendo di abbattere i costi di materiale per le esercitazioni e garantendo un training in tutta sicurezza. Il sistema monitora costantemente i parametri di destrezza manuale dell’utente nelle differenti posizioni di saldatura. La prospettiva immersiva e l’uso di torce di saldatura reali garantiscono un elevato grado di realismo. Gli applicativi virtuali si contraddistinguono per l’elevato grado di immersione e sono progettati e realizzati su misura del cliente in base alle sue necessità.

La VR nella saldatura

Weld simulator è un progetto lungimirante in quanto consente di applicare le tecnologie della realtà virtuale e aumentata in un settore così realistico come quello della saldatura. Per questo, la Keyone Consulting ha creduto nell’idea innovativa supportando Skills4u a sviluppare e far crescere il progetto attraverso l’aiuto di Immensive. Questi oggi sta riscuotendo molti riscontri positivi e si sta rilevando un utile strumento di supporto per lo sviluppo di questa professione.

Difatti, la realtà virtuale immersiva si sta affermando come uno degli strumenti più importanti nel mondo aziendale. Grazie ad essa si possono ricreare ambienti mantenendo una prospettiva in prima persona con un indicibile senso di essere lì. La realtà virtuale, per l’appunto, consente di aggiungere contenuti virtuali al mondo reale, al fine di ottenere informazioni in modo semplice e dinamico. Questo, applicato ad un settore come quello della saldatura, permette di evitare incidenti e pericoli durante la formazione. Per questo il successo è stato garantito.

About the Author:

Keyone Consulting è il partner ideale per assistere lo sviluppo della tua idea di impresa e guidarti nell’accesso ai contributi pubblici per la realizzazione di nuovi investimenti produttivi (acquisto di nuovi impianti, macchinari, attrezzature), progetti di ricerca e innovazione tecnologica (innovazione di prodotto e di processo)